25
ottobre
4:30 pm — 6:30 pm
Borgo La Scola
Vimignano-la Scola

Grizzana Morandi, bo 40030 Italia
Caricamento Eventi


 

 

 

 

 

Note sul libro

Raccontato in forma “romanzata”, prende spunto da una storia vera.
E’ la vicenda di una donna che subiva violenza da parte del compagno ed è riuscita a risolvere una situazione molto problematica chiedendo aiuto a un centro antiviolenza, la Casa delle Donne di Bologna.

Il libro si compone di due parti. Nella prima parte troviamo la storia di Serena, a cui si incrocia la vicenda di Elisa, personaggio immaginario che subisce violenza e cyber-bullismo tra i banchi del liceo.

La seconda parte è dedicata a una relazione sull’attività svolta dalla Casa delle Donne di Bologna.

Per potermi documentare, ho parlato con varie persone che collaborano con la struttura:
–   Valeria d’Onofrio, responsabile della Comunicazione e della promozione della Casa delle Donne;
–   Avvocata Elena Tasca, civilista
–   Avvocata Mafalda Monari, penalista
–   Maria Chiara Risoldi e Anna Prandstrhaler, presidente e fondatrice della Casa.

 


Sinossi

Leonardo, 17 anni, si è da poco trasferito a Bologna e in una nuova scuola. La sua esistenza è tranquilla e simile a quella di molti suoi coetanei, alle prese con la prima cotta e l’affermazione della propria identità.
La tranquillità di Leonardo si interrompe quando il ragazzo si trova, suo malgrado, ad affrontare problemi più grandi di lui: Elisa, la sua compagna di classe per cui prova una speciale simpatia viene coinvolta in una brutta storia di violenza e ricatto.
L’empatia verso Elisa e la solidarietà per ciò che lei è costretta ad affrontare aiutano Leonardo a far riemergere dal passato i ricordi di qualcosa che pareva rimosso: un passato di violenza assistita e subita.
La storia di Elisa e Leonardo si intreccia con quella di Serena, che con coraggio e determinazione è riuscita anni prima a fuggire a una situazione di violenza domestica.
Attraverso una serie di flash-back, Leonardo ricostruisce i propri ricordi fino a che la sua memoria non avrà più punti  oscuri. In quel momento gli sarà ancora più evidente la profondità del suo legame con Serena, la quale, forte della propria esperienza, saprà aiutare Leonardo a confortare Elisa e a consigliarla verso la strada che la porterà a combattere contro la violenza.
Storie di adolescenti e di adulti si mescolano, unite da un comune denominatore: la lotta contro la violenza sulle donne. Il titolo è un augurio: a ogni donna vittima di violenza si augura di uscire da una situazione di disagio e di pericolo, nonostante la costante minaccia contenuta nelle stesse parole: “A ogni costo ti impedirò di lasciarmi”, dice il partner violento alla donna che vuole tenere legata a sé.
Serena è una donna che ce l’ha fatta, la sua storia è vera. Serena ha voluto che la sua vicenda fosse scritta e diffusa, per sensibilizzare verso i problemi della violenza e del femminicidio. Allo stesso tempo, Serena desidera che il racconto della sua esperienza possa incoraggiare le donne che vorrebbero uscire da situazioni violente ma non trovano il coraggio e continuano a subire ogni genere di vessazioni, con conseguenze spesso irreparabili.

Scrivi un commento:

*

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Dettagli

Data:
25 ottobre
Ora:
4:30 pm - 6:30 pm
Organizer:
Sculca Associazione Culturale
Email:
Organizer Website:
borgoscola.net