moltovolo-mappaIl complesso di Montovolo – Tralasciando le origini remote, che la individuano come probabile tempio pagano, ipotesi suffragata da rinvenimenti nei dintorni di reperti etruschi di varia natura, la chiesa della Beata Vergine della Consolazione e la cappella di S. Caterina, si possono far risalire al X – XI secolo, come attestato dai resti nella cosiddetta cripta, certamente di età proto-romanica.
La Chiesa di Montovolo apparteneva ai canonici della cattedrale bolognese fin dal 1054, anno in cui fu ad essi assegnata, con atto di donazione, dal vescovo Adalfredo.
Non è da escludersi, pertanto, che la ricostruzione della chiesa di Santa Maria di Montovolo, in seguito ad un incendio doloso, si inserisca nel quadro della lotta che in quegli anni vede Bologna opporsi all’imperatore Federico II in difesa della propria autonomia comunale; lotta che vede in perfetta sintonia di intenti l’autorità cittadina e il proprio Vescovo, di cui il capitolo dei canonici è il braccio operativo. In tale ottica, l’espressione citata per identificare l’origine dolosa dell’incendio, assume i connotati della denuncia di un vero e proprio attacco armato della nobiltà ghibellina montana, legata all’imperatore, a un simbolo forte del comune bolognese, guelfo e anti – imperiale.

l’Oratorio di Santa Caterina fu edificato quale ex voto da crociati bolognesi di ritorno dalla crociata di Damietta.

http://www.santuariomontovolo.it
Il-complesso-di-Montovolo1Il-complesso-di-Montovolo2 montovolo-1908